Home Google Home Con 4 nuovi prodotti NEST, Google sta finalmente ancorando i suoi altoparlanti...

Con 4 nuovi prodotti NEST, Google sta finalmente ancorando i suoi altoparlanti collegati al centro della sua strategia di automazione domestica

La Società americana ha Presentato Nuovi Altoparlanti NEST collegati martedì 15 ottobre 2019, Durante l’evento fatta da Google … e ha implementato un Cambiamento di STRATEGIA. Questi prodotti integrano logicamente la gamma domotica Nest, abbandonando il marchio Google Home. Dopo il lancio nello stesso giorno dei suoi smartphone Pixel 4 e 4 XL, è stato anche ascoltato un paio di cuffie che ha competere con gli AirPods di Apple.

Gli smartphone Pixel 4 e 4 XL sono stati al centro dell’attenzione durante l’evento  Realizzato da Google  organizzato martedì 15 ottobre 2019. L’azienda di Mountain View ha comunque colto l’occasione per svelare nuovi altoparlanti collegati, aggiornati aggiornati con l ‘ ultima tecnologia disponibile. Per l’occasione, è necessario prendere la decisione di commercializzare i prodotti all’insegna della sua gamma Nest. Un modo per ancorare gli assistenti vocali al centro della sua strategia di domotica.

1 / NEST MINI

Le voci diffuse sul successore del diffusore Home Mini. Se Nest Mini ha lo stesso aspetto dell’attrezzatura, l’hardware utilizzato e il software integrato sono stati adattati per  “migliorare l’utente acquisito”  . In termini di suono, questo nuovo modello manderebbe i bassi  “due volte più forti”  . “I nostri tecnici del suono hanno sviluppato un esclusivo software di sintonizzazione audio, che ci fornisce di meglio al meglio le apparecchiature per fornire un suono chiaro e naturale a tutti i livelli di volume”, ha dichiarato Mark Spates, product manager. Come la maggior parte dei prodotti attualmente sul mercato, la società Mountain View è impegnata a fornire ai propri altoparlanti funzionalità di riduzione del rumore in modo che funzioni in ambienti rumorosi. Di conseguenza, il volume si regola automaticamente quando risponde all’assistente vocale.

Mentre i GAFAM sono stati implicati nell’elenco dell’anno a seguire delle voci vocali provenienti dagli utenti dei rispettivi servizi, Nest Mini prende le distanze dai server del suo creatore. Un chip dedicato all’apprendimento automatico è integrato nel recinto.

Quest’ultimo consentirà all’assistente vocale di imparare a svolgere i compiti in modo indipendente, alla fine di mantenere i dati il ​​più localmente possibile. L’integrazione dello standard Bluetooth 5 offre inoltre una maggiore flessibilità d’uso, poiché la connessione è ora più stabile, anche se si utilizza il telefono da un’altra stanza per riprodurre musica. Il nuovo oratore di Google sarà disponibile dal 22 ottobre al prezzo di 59 euro. La società Mountain View afferma di aver preso in considerazione l ‘“35% plastica riciclata post consumo”  .

2 / NEST WIFI

Mostra l’ambizione di diventare il prodotto di punta dell’azienda Mountain View in termini di altoparlanti collegati. Il router WiFi WiFi richiede estendere la portata della connessione Internet. In realtà, offre un punto di accesso aggiuntivo, come un ripetitore, in cui è collocato in un’abitazione.

Il dispositivo ha una porta Ethernet Gigabit ed è compatibile con WiFi 5 – una leggera delusione, mentre lo standard WiFi 6 richiedeva una vita più lunga al prodotto. Google afferma di poter includere l’area fino a  120 metri quadrati  .

Un secondo modulo, venduto separatamente o parte di un pacchetto con Nest WiFi, viene offerto sotto forma di un ripetitore che fornisce, da parte sua, di  “90 metri quadrati aggiuntivi”  . Se mostra caratteristiche inferiori a livello di rete, integra anche le funzionalità di bordo nel diffusore Nest Mini collegato, incluso il miglioramento delle prestazioni audio.

Ad oggi è anche compatibile con l’ultimo standard di crittografia: WPA3. Se la sincronizzazione di questi prodotti sarà automatica, sarà comunque controllato tramite l’ormai famosa applicazione Google Home su smartphone e tablet.

Se necessario, è possibile aggiungere tutti i ripetitori desiderati. Questo è il motivo per cui la società Mountain View offre tre opzioni per l’acquisto. Il router WiFi viene venduto da solo per 159 euro e un pacchetto comprende il router e un punto di accesso viene offerto a 259 euro.

Per ogni nuovo ripetitore, costerà 139 euro per unità. Per il momento, Google non ha ancora fissato una data per il marketing in Italia, affermando che sarebbe intervenuta  “presto”  .

3 / NEST HUB MAX

Annunciato a maggio, arriverà in tempo per le festività natalizie. L’altoparlante premium Nest Hub, con uno schermo, ha il diritto alla sua versione di grande formato – 10 pollici contro 7 – chiamata Max. La differenza con la sua sorellina non si ferma qui, poiché il dispositivo sarà dotato di una fotocamera da 6,5 ​​megapixel.

Principalmente dedicato alle conversazioni video, può anche essere usato per  monitorare gli interventi  in una casa. Sarebbe in grado di avvisare in caso di movimenti insoliti o sospetti. Si noti che un’intelligenza artificiale fatta in casa consentirà alla cornice della fotocamera di adattarsi automaticamente in modo che l’utente rimanga sempre nell’immagine, anche quando si muove. Nest Hub Max sarà disponibile in Italia al prezzo di 229 euro.

4 / PIXEL BUDS

L’era è per le cuffie senza fili. Per allinearsi alla concorrenza – Apple è la terza generazione di AirPods, Amazon ha annunciato i suoi Echo Buds a fine settembre e Huawei ha approfittato dell’IFA di Berlino per svelare i suoi FreeBuds all’inizio di settembre -, Google ha annunciato la notizia versione dei suoi Pixel Buds. 

“Abbiamo creato migliaia di orecchie per creare un design confortevole per quante più persone possibili” , ha affermato Sandeep Waraich, product manager. La società Mountain View ha optato per la tecnologia Suono adattivo, che regola il volume in base all’ambiente in cui afferma l’opera.

Secondo lui, la connessione Bluetooth integrata fornisce alle cuffie di funzionamento all’interno anche se  “tre stanze separano il telefono dell’utente” . Ovviamente, Google Assistant può essere richiamato direttamente dal dispositivo. Tuttavia, sarà necessario attendere fino al 2020 per ottenere i Pixel Buds, che saranno venduti ad un prezzo di $ 179 negli Stati Uniti.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Most Popular

Il purificatore d’aria Bimar: quanto vale veramente?

Cosa serve un purificatore d'aria? Sebbene si parli molto dell'inquinamento esterno, è anche molto presente nelle case. Tuttavia, ci sono molti modi per purificare l'aria...

Come utilizzare Google Home come sveglia intelligente

Potrebbe non essere il primo posto in cui pensi di metterlo, ma il comodino è un ottimo posto per un altoparlante o display intelligente...

Realtà aumentata: gli occhiali di Facebook potrebbero sostituire il tuo smartphone nel 2023

Si dice che Facebook stia sviluppando occhiali per la realtà aumentata - AR. E l'obiettivo sarebbe seppellire gli smartphone. Come Apple, Facebook sarebbe interessata agli...

Con 4 nuovi prodotti NEST, Google sta finalmente ancorando i suoi altoparlanti collegati al centro della sua strategia di automazione domestica

La Società americana ha Presentato Nuovi Altoparlanti NEST collegati martedì 15 ottobre 2019, Durante l'evento fatta da Google ... e ha implementato un Cambiamento...

Recent Comments